Sara Tommasi fa scuola, il consigliere Monica Castro protesta in mutande

Sara Tommasi fa scuola, il consigliere Monica Castro protesta in mutande

La protesta in micro slip di Sara Tommasi ha fatto già scuola. Il gesto di mostrare la biancheria intima per protestare contro il Governo e le sue manovre sta riscontrando un’attenzione mediatica importante in tutto il Paese. Sara, pronta per scendere in politica accanto a Domenico Scilipoti, si è fatta in qualche modo paladina del nuovo pensiero e della nuova protesta.

Forse, però, neanche la Tommasi si sarebbe aspettata che il suo strip potesse essere emulato così in fretta da Monica Castro. Monica è consigliere Pdl del comune di Calenzano, in provincia di Firenze, e proprio come Sara ha deciso di spogliarsi per protestare contro il premier Monti:

Sono arrabbiata. Attacco questo Governo e questa manovra perché porterà l’Italia in recessione. Doveva essere fatto altro, ma evidentemente Mario Monti non è meglio di Silvio Berlusconi!

Monica è arrivata in aula vestita con un lungo piumino. Ha atteso il suo turno per parlare e in un attimo ha lasciato tutti a bocca aperta: si è spogliata del lungo piumino per rimanere con nient’altro che mutande e reggiseno, stringendo tra le mani un cartellone verde accusatore:

Siamo rimasti in mutande!!! Grazie Presidente Monti!!!

Monica ha poi spiegato su Facebook il motivo dello spogliarello, sottolineando che oggi è l’unico modo per avere una grande attenzione mediatica. Che ne pensate?